Massimo e Alessandro

PRODOTTI IN PROMO!

Carne di maiale:1000 ragioni per sceglierla

carne di maiale-secondi piatti di carne-polpette di carne al sugo-carne di wagyu-polpettone di carne

Condividi con i tuoi amici!

Tantissime ragioni per scegliere la carne di maiale

Indice

La Carne di Maiale: Un Viaggio tra Gusto, Nutrizione e Tradizione

La carne di maiale, o carne suina, è un alimento che ha radici profonde nella storia culinaria di molte culture.

Scopriamo insieme le sue caratteristiche, valori nutrizionali, origini e qualche deliziosa ricetta.

Caratteristiche della Carne di Maiale

  1. Colore e Gusto: La carne di maiale è considerata una carne rosata, con un contenuto di mioglobina ed emoglobina intermedio tra quello delle carni rosse come il manzo e quello delle carni bianche come il pollo. Il  sapore della carne di maiale varia a seconda del taglio e della preparazione.

  2. Tagli di Carne Suina: La carne di maiale offre una vasta gamma di tagli, ognuno con caratteristiche uniche. Alcuni esempi includono il carré, la pancetta, la lombata, e la coscia. Ogni taglio ha un uso specifico in cucina     https://twitter.com/AMacelleria

Valori Nutrizionali

Ecco i valori medi della carne di maiale per 100 grammi di parte edibile:

  • Carne Magra:

    • Proteine: 19,91 g
    • Grassi: 6,81 g
    • Carboidrati: 1,1 g
    • Calorie: 148 kcal
    • Vitamina A: 0 UI
    • Vitamina B1: 490 mcg
    • Vitamina B2: 140 mcg
    • Vitamina C: 0 mg
    • Calcio: 8 mg
    • Fosforo: 156 mg
    • Ferro: 1,7 mg
  • Carne Semigrassa:

    • Proteine: 17,23 g
    • Grassi: 22,07 g
    • Carboidrati: 0,55 g
    • Calorie: 274 kcal
    • Vitamina A: 0 UI
    • Vitamina B1: 420 mcg
    • Vitamina B2: 120 mcg
    • Vitamina C: 0 mg
    • Calcio: 7 mg
    • Fosforo: 156 mg
    • Ferro: 1,4 mg
  • Carne Grassa:

    • Proteine: 14,54 g
    • Grassi: 37,34 g
    • Carboidrati: 0 g
    • Calorie: 399 kcal
    • Vitamina A: 0 UI
    • Vitamina B1: 340 mcg
    • Vitamina B2: 100 mcg
    • Vitamina C: 0 mg
    • Calcio: 6 mg
    • Fosforo: 156 mg
    • Ferro: 1,2 mg

Origini e Storia

La carne di maiale è stata parte integrante delle cucine di molte civiltà antiche.

Dagli antichi romani ai cinesi, la carne di maiale  è stata allevata e consumata per secoli. 

Oggi, la Cina è il principale produttore di carne di maiale, seguita dall’Unione europea e dagli Stati Uniti

Ricetta: Arrosto di Maiale alle Erbe

Ingredienti:

  • 1 kg di arrosto di carne di maiale
  • Rosmarino fresco
  • Salvia fresca
  • Aglio
  • Sale e pepe
  • Olio d’oliva

Istruzioni:

  1. Preriscalda il forno a 180°C.
  2. Fai delle incisioni sottili sulla superficie dell’arrosto e infilaci rametti di rosmarino e salvia.
  3. Spalma l’arrosto con aglio tritato, sale, pepe e un filo d’olio d’oliva.
  4. Metti l’arrosto in una teglia e cuoci in forno per circa 1,5 ore o fino a quando è dorato e cotto al punto giusto.
  5. Lascia riposare l’arrosto prima di affettarlo e servirlo.

Buon appetito! 

carne di maiale-secondi piatti di carne-polpette di carne al sugo-carne di wagyu-polpettone di carne

Come cucinare la pancetta

La pancetta, un delizioso salume ricavato dalla pancia del maiale, offre infinite possibilità in cucina. Ecco alcuni modi per cucinarla:

  1. Rosolare la Pancetta in Padella:

    • Taglia la pancetta cruda a cubetti o fette, se non l’hai già acquistata pre-tagliata.
    • Versa la pancetta in una padella spaziosa, assicurandoti che i pezzi non si sovrappongano.
    • Metti la padella sul fuoco a fiamma medio-bassa e rosola la pancetta. Lasciala cuocere lentamente per sciogliere il grasso e renderla croccante. Attenzione: Non lasciarla bruciare!
    • Puoi usare due padelle se non hai una grande abbastanza per cuocere tutta la pancetta in una volta.
    • Quando il grasso si scioglie e la pancetta diventa croccante, è pronta.
  2. Pasta alla Carbonara con la Pancetta:

    • Ingredienti:
      • 4 tuorli e 2 uova intere
      • 500 g di spaghetti o altra pasta secca
      • 110 g di pancetta, tagliata a cubetti
      • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
      • 60 g di parmigiano grattugiato
      • Sale e pepe
    • Istruzioni:
      1. Fai marinare la pancetta con sale, aglio, origano e un filo d’olio.
      2. Cuoci gli spaghetti al dente.
      3. In una padella, rosola la pancetta con l’olio.
      4. Scola la pasta e uniscila alla pancetta.
      5. Aggiungi i tuorli, l’uovo intero e il parmigiano. Mescola bene e servi.
  3. Altre Idee:

    • La pancetta è perfetta per sughi come l’amatriciana.
    • Puoi usarla come ripieno per torte salate e quiche

I Secondi Piatti di Carne: Tra Tradizione, Sapori e Storia

La cucina italiana è rinomata per la sua varietà di secondi  piatti di  carne, e occupano un posto di rilievo nelle tavole di tutto il paese.

Scopriamo insieme alcune delle prelibatezze di carne, le loro origini e qualche curiosità..

1. Brasato al Barolo

Il brasato al Barolo è uno dei secondi piatti di carne  tipico della tradizione piemontese. Si tratta di carne di manzo marinata e poi cotta lentamente nel vino Barolo. Il risultato è un piatto ricco di sapore e dalla consistenza succulenta.

2. Stinco di Maiale alla Birra con Patate

Lo stinco di maiale alla birra è tra i  secondi piatti di carne più sostanzioso e ricco di gusto. La carne viene marinata e poi cotta lentamente nella birra, accompagnata dalle classiche patate. Perfetto per le serate invernali.

3. Gulash Triestino

Lo stufato di origine ungherese, noto come gulash triestino, è diffuso in tutta l’Europa dell’Est. Preparato con carne di manzo, cipolle e paprika, è ideale per le fredde serate invernali.

4. Pollo alla Diavola

Il pollo alla diavola è croccante fuori e morbido dentro. Grazie al sapiente uso di spezie e peperoncino, ha un tocco piccante e una presentazione scenografica. Un piatto che conquista il palato e gli occhi.

5. Polpette di Carne al Sugo

Le polpette di carne al sugo sono un’icona della cucina italiana. Tipiche di diverse regioni, sono sempre accompagnate dal pane per fare la scarpetta. Un piatto che sa di casa e tradizione.

6. Coda alla Vaccinara

La coda alla vaccinara è un piatto tipico romano. Preparata con coda di bovino stufata, salsa di pomodoro e cacao amaro, è un’esplosione di sapori e aromi

Curiosità e Origini

  • A’ Pezzentella al Ragù: Questo salame tipico campano, noto anche come “nnoglia” o “nuglia”, ha origini antichissime. Il suo nome deriva dall’usanza contadina di conservare la carne e sfruttare ogni parte del maiale.

  • Frattaglie Piemontesi: La cucina piemontese include piatti di origine povera, come le frattaglie (animelle, cervella, fegato) di animali di grossa taglia come agnello, vitello o maiale. Nulla si butta via, tutto si trasforma.

Arrotolato di Pollo con Broccoletti, Salsiccia e Formaggio

Ingredienti:

  • 1 arrotolato di pollo
  • Broccoletti
  • Salsiccia
  • Formaggio
  • Sale e pepe

Istruzioni:

  1. Prepara l’arrotolato di pollo.
  2. Farciscilo con broccoletti, salsiccia e formaggio.
  3. Cuoci in forno fino a doratura.
  4. Servi con contorno di patate o verdure.

Buon appetito! 

Polpette di carne al Sugo: Un Classico della Cucina Italiana

Le polpette di carne  al sugo sono un piatto che evoca ricordi di famiglia e pranzi domenicali. Queste morbide e saporite palline di carne, immerse in un delizioso sugo di pomodoro, sono un vero comfort food. Ecco come prepararle:

Ingredienti per 24 polpette

  • 220 g di carne di manzo macinata
  • 165 g di salsiccia
  • 30 g di pane raffermo (mollica)
  • 25 g di Parmigiano Reggiano DOP grattugiato
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 1 pizzico di origano secco
  • 1 pizzico di noce moscata grattugiata
  • Sale e pepe nero q.b.
  • Olio extravergine d’oliva per rosolare le polpette

Per il Sugo

  • 350 g di passata di pomodoro
  • 50 g di acqua
  • 5 g di sale fino
  • Origano secco e pepe nero q.b.

Preparazione

  1. Iniziate con l’impasto delle polpette:
    • Tagliate la mollica di pane in pezzi e frullatela fino a ottenere briciole.
    • Incidete delicatamente le salsicce nel senso della lunghezza e rimuovete il budello.
    • Schiacciate la carne della salsiccia con una forchetta o un coltello.
    • In una ciotola capiente, mescolate la salsiccia, la carne macinata, l’origano, la noce moscata, il prezzemolo, il Parmigiano grattugiato e la mollica di pane tritata.
    • Aggiungete l’uovo e lavorate bene l’impasto fino a ottenere una consistenza morbida.
  2. Formate le polpette:
    • Prendete piccole porzioni di impasto e formate delle palline rotonde.
    • Scaldate l’olio d’oliva in una padella e rosolate le polpette fino a doratura su tutti i lati.
  3. Preparate il sugo:
    • In un’altra pentola, mescolate la passata di pomodoro, l’acqua, il sale, l’origano e il pepe nero.
    • Aggiungete le polpette rosolate al sugo e lasciate cuocere a fuoco medio-basso per circa 20 minuti, finché il sugo si addensa e le polpette sono cotte.
  4. Servite le polpette di carne al sugo con del buon pane casereccio per fare “la scarpetta” finale.

Buon appetito! 

carne di maiale-secondi piatti di carne-polpette di carne al sugo-carne di wagyu-polpettone di carne

La Leggenda delle Polpette: Tra Origini e Sapori

Nelle cucine di tutto il mondo, le polpette di carne al sugo sono un piatto amato e versatile. Ma da dove provengono? Qual è la loro storia? Scopriamo insieme alcune affascinanti leggende e curiosità sulle deliziose palline di carne.

L’Origine del Nome “Polpette”

Il nome “polpette” ha radici misteriose. Mentre in altre lingue il termine si traduce semplicemente come “palline di carne”, in Italia abbiamo scelto di chiamarle “polpette”. Ma perché?

  1. L’Ipotesi Francese: Alcuni credono che il nome derivi dal francese “paupière”, che significa “palpebre”. Si dice che il movimento delle mani durante la preparazione assomigli a quello delle palpebre che si chiudono.

  2. La Teoria della “Piccola Polpa”: Altri sostengono che il nome derivi da “piccola polpa”, poiché in passato le polpette venivano preparate con carne di vitello.

  3. Forse Semplicemente Poetiche: Potrebbe essere che il nome sia semplicemente poetico, senza una spiegazione precisa.

La Storia delle Polpette

Le polpette hanno un’antica storia. Si dice che siano nate nell’antica Persia, dove venivano chiamate “Kofta” (carne trita pestata). Questo piatto si diffuse nel Medio Oriente grazie all’occupazione araba della Persia e successivamente in Europa, arrivando anche in Spagna.

Nel Quattrocento, il nome delle polpette compare già nel ricettario di Mastro Martino de’ Rossi, ma la ricetta era diversa da quella che conosciamo oggi. Si trattava principalmente di “involtini” di carne di vitello, tagliata a fettine, farcita e arrostita.

Solo nel Seicento, con la possibilità di tritare la carne, le polpette diventarono un piatto alla portata di tutti. Oggi sono preparate in tutto il mondo, in molte varianti e con ingredienti diversi.

Una Leggenda Orientale

C’è una leggenda che collega le polpette all’antica Persia. Le famose “Kofta” erano proprio polpette orientali, e il termine significa “carne pestata”. Con il passare del tempo, questa prelibatezza si diffuse in Europa e divenne parte del nostro regime alimentare.

Le polpette, con la loro storia affascinante e il loro sapore irresistibile, continuano a conquistare i palati di grandi e piccini. Che siano servite con sugo, al forno o fritte, le polpette sono un classico intramontabile della cucina italiana.

Buon appetito! 

La Carne Wagyu: Un Simbolo di Lusso e Delizia

La carne Wagyu, famosa per la sua qualità superiore e il gusto succulento, è diventata un vero e proprio simbolo di lusso nella gastronomia internazionale.

Scopriamo le sue origini, caratteristiche e come apprezzarla al meglio.

Origine e Tracciabilità

La carne Wagyu ha radici profonde nella tradizione giapponese.

Proviene da bovini della razza Wagyu, che sono stati allevati con cura e dedizione secondo antiche pratiche. Il termine “Wagyu” significa letteralmente “bovino giapponese”.

Questi bovini sono noti per la loro genetica speciale e il processo di ingrasso specifico che crea l’inconfondibile marmorizzazione della carne.

La tracciabilità è fondamentale: ogni pezzo può essere ricondotto all’allevatore e alla regione specifica in cui è stato prodotto.

Caratteristiche Uniche

Ciò che rende la carne Wagyu così speciale è la sua straordinaria marmorizzazione, ovvero l’intricato intreccio di grasso intramuscolare che si scioglie durante la cottura.

Questo conferisce al piatto un sapore ricco e una tenerezza senza pari.

Il grasso di carne Wagyu ha un punto di fusione più basso rispetto a quello delle altre carni, rendendolo incredibilmente morbido al palato.

Inoltre, la carne Wagyu è caratterizzata da un equilibrio perfetto tra proteine e grassi, il che la rende deliziosamente succulenta.

Preparazione e Cottura

Per apprezzare appieno la carne Wagyu, è fondamentale scegliere il metodo di cottura corretto.

A causa dell’alto contenuto di grasso, la carne Wagyu può cuocere più velocemente rispetto ad altre varietà di carne.

La griglia o la padella in ghisa sono ideali per catturare i succhi e garantire che la carne rimanga succosa e tenera.

Inoltre, la carne Wagyu è solitamente servita tagliata in fette sottili per consentire al grasso di distribuirsi uniformemente durante la cottura e migliorare l’esperienza gustativa complessiva.

Accompagnamenti e Abbinamenti

La carne Wagyu si presta a una varietà di accompagnamenti che completano il suo sapore unico.

Spesso viene servita con salsa di soia o salsa teriyaki per esaltare il gusto della carne.

Ingredienti come il wasabi, lo zenzero e l’aglio possono aggiungere un tocco di freschezza e pungente alla portata.

Per quanto riguarda l’abbinamento con vini, si consiglia di optare per un vino rosso robusto o uno sake di qualità per valorizzare il gusto ricco e complesso della carne Wagyu.

La carne Wagyu è una delizia culinaria che offre un’esperienza unica per i buongustai di tutto il mondo.

 La sua marmorizzazione sorprendente, il sapore succoso e la tenerezza eccezionale la rendono una scelta preferita tra gli amanti della carne pregiata

carne di maiale-secondi piatti di carne-polpette di carne al sugo-carne di wagyu-polpettone di carne

Il Polpettone di Carne: Un Viaggio tra Tradizione e Gusto

Il polpettone di carne è un piatto che evoca calore familiare e sapori avvolgenti. Scopriamo le sue origini, la tradizione e qualche curiosità su questa deliziosa preparazione.

Dalla Polpetta al Polpettone: L’Origine del Nome

Il polpettone di carne  è una versione “espansa” delle polpette.

Ha una forma allungata e cilindrica, spesso servito tagliato a fette come secondo piatto o piatto unico.

Il nome stesso “polpettone” di carne potrebbe derivare dall’accrescitivo del termine “polpetta”.

La parola “polpetta” ha origini discusse: alcuni credono derivi da “paupière”, che significa “palpebra”, poiché la sua preparazione ricorda le palpebre che si chiudono per proteggere gli occhi.

 Altri sostengono che “polpetta” faccia riferimento alla piccola quantità di polpa, solitamente di vitello, utilizzata per preparare queste deliziose pietanze.

La Tradizione Italiana

Le prime tracce scritte delle polpette risalgono al Quindicesimo secolo.

Mastro Martino, cuoco del patriarca di Aquileia, menziona le polpette nel suo Libro de Arte Coquinaria.

Tuttavia, le polpette di allora erano diverse da quelle che conosciamo oggi.

Invece di tritare la carne e mescolarla con altri ingredienti, Mastro Martino suggeriva di battere le fettine di vitello con un coltello, appiattirle e farcirle prima di arrostirle allo spiedo. 

Questo metodo le rendeva più simili agli involtini che alle polpette attuali.

Con il passare del tempo, le polpette, in diverse varianti sempre più elaborate, sono diventate le piccole protagoniste di ricettari italiani.

Oggi, il polpettone di carne  è una preparazione casalinga, perfetta anche per riciclare gli avanzi del giorno precedente con gusto e fantasia.

Può essere servito come secondo piatto o piatto unico, a seconda dell’occasione e della presentazione.

Consigli per un Polpettone Perfetto

  • Ingredienti: Usa carne macinata di alta qualità, pane raffermo, uova, formaggio grattugiato, erbe aromatiche e spezie.
  • Farcitura: Sperimenta con ripieni come prosciutto, formaggio, spinaci o funghi.
  • Cottura: Cuoci il polpettone al forno o in padella con un filo d’olio fino a doratura.
  • Salsa: Accompagna con una salsa di pomodoro o una salsa al vino rosso.

Il polpettone di carne è un piatto che unisce tradizione e creatività, portando in tavola un abbraccio di sapori e ricordi di famiglia.

Buon appetito! 

carne di maiale-secondi piatti di carne-polpette di carne al sugo-carne di wagyu-polpettone di carne

Abbinamento Vino

Per rendere il polettone di carne  ancora più gustoso e completo, è importante abbinarlo a un vino e a contorni che valorizzino i suoi sapori. Ecco alcune idee per un abbinamento perfetto:

  1. Vino Rosso: Il polpettone di carne  si sposa bene con un vino rosso di medio-bassa struttura, piacevole e di facile beva. Ecco alcune opzioni:
    • Frappato: Fresco e scorrevole, perfetto per accompagnare le polpette di manzo.
    • Nero d’Avola: Un classico siciliano che si armonizza con il sapore ricco delle polpette.
    • Dolcetto d’Alba: Leggero e fruttato, ideale per un abbinamento semplice.
  1. Vino Bianco (se preferite un bianco):
    • Chardonnay: Un Chardonnay fresco e leggero può essere una scelta interessante.
  1. Vino Rosato:
    • Un rosato leggero e fruttato può essere una sorprendente alternativa.

Abbinamento Contorni

  • Patate Arrosto: Le patate, tagliate a cubetti e condite con olio, sale e pepe, sono il contorno classico per il polpettone di carne . Aggiungete erbe aromatiche come il rosmarino per un tocco in più di sapore.
  • Insalata Mista: Un’insalata fresca, condita con olio, aceto e sale, è un’ottima scelta per accompagnare il polpettone. Arricchitela con pomodorini, cetrioli e altre verdure a vostra scelta.
  • Verdure al Forno: Zucchine, peperoni, melanzane e carote, tagliate a fette e cotte nel forno con un filo d’olio, saranno un’ottima alternativa alle patate arrosto.
  • Purea di Patate: Per i sapori cremosi, preparate una deliziosa purea di patate. Cuocete le patate, schiacciatele con burro, latte caldo, sale e pepe fino a ottenere una consistenza cremosa.

Scegliete per il polpettone di carne il vostro abbinamento preferito e buon appetito!

 

Seguici anche sui social:

 

https://www.instagram.com/anticamacelleriaitaliana/

https://www.facebook.com/anticamacelleriaitaliana